Galerie

Insula Sardegna, paradisul milionarilor

Această galerie conține 9 fotografii.


Sardinia, o insulă italiană, descoperită şi acaparată cumva de bogaţii mai mult sau mai puţin celebri ai lumii, care şi-au construit sau cumpărat case de vacanţă aici, atraşi de peisajele de o frumuseţe aproape ireală. Insula este renumită pentru apele … Continuă lectura

Notă

Cutremur între Sardinia şi Corsica

 

Un cutremur cu magnitudinea de 2.8 grade a fost înregistrată de către instrumentele de Institutul National de Geofizica si Vulcanologie la  in mare, între Sardinia şi Corsica, aproximativ 70 km de Olbia. Cutremurul a fost simtit usor de populaţia din zona Olbia. Controalele efectuate de protecţia civilă arata că pana la acest moment nu  sau inregistrat pagube materiale si nu au fost afectate persoane.

Revenim cu amanunte

Cutremur între Sardinia şi Corsica

Civitavecchia, il traghetto per Olbia sbatte contro la diga foranea


Civitavecchia, il traghetto per Olbia sbatte contro la diga foranea
Notte di paura per i passeggeri e l’equipaggio della nave Tirrenia, che ha urtato contro la diga foranea del porto, riportando uno squarcio di 30 metri sopra la linea di galleggiamento. La nave è rientrata in porto. Nessun ferito

Civitavecchia, il traghetto per Olbia sbatte contro la diga foranea

CIVITAVECCHIA. Un boato, poi la paura. Le immagini della Costa Concordia inclinata su un fianco sono ancora fresche nella memoria, anche in quella delle oltre 300 persone che ieri sera si sono imbarcate sul traghetto della Tirrenia „Sharden”, quando hanno sentito un forte rumore, quello dello scafo contro la banchina: uno squarcio di trenta metri sopra la linea di galleggiamento.

Passeggeri ed equipaggio sono stati messi in salvo e la nave posta in sicurezza, ma la paura a bordo è stata tanta. Sono da poco passate le 22,30 quando l’imbarcazione comincia le manovre per lasciare il porto di Civitavecchia in direzione di Olbia. Passano tre quarti d’ora ed un boato fa saltare in aria i passeggeri del traghetto, molti in cabina, altri sulle poltroncine. La nave, complice il forte vento e la burrasca di neve, urta la diga foranea all’altezza del fanale verde.

Immediato l’intervento della Guardia Costiera che mette subito in sicurezza il traghetto tranquillizzando i passeggeri. „State tranquilli, rientrate in cabina”, le indicazioni a bordo. Qualche ora dopo cominciano le operazioni di evacuazione dell’imbarcazione, grazie anche all’aiuto dei vigili del fuoco impegnati nella rimozione delle bitte che ostruivano il portellone di apertura.

Nessun danno per i passeggeri che sono stati fatti sbarcare con una passerella: 50 di loro, quelli che viaggiavano senza auto, sono stati imbarcati all’alba su un altro traghetto, lo „Scintu”, e arriveranno a Olbia in mattinata. Supplemento di attesa, invece, per gli altri 212, con mezzi al seguito: anche loro sono già su un altro traghetto della Tirrenia, la „Nomentana”, ferma però in porto in attesa che dalla „Sharden”, una volta spostata e aperto il portellone posteriore, vengano scaricati auto e camion, che dovranno essere poi caricati sulla „Nomentana”.

Ancora da accertare le cause dell’incidente, ma appare probabile che un ruolo decisivo sia stato giocato dalle avverse condizioni meteo, in particolare dal vento che al momento dell’urto soffiava con raffiche di oltre 30 nodi.

sursa http://lanuovasardegna.gelocal.it

Pescava in riva al lago, ferito da un pallettone


Pescava in riva al lago, ferito da un pallettone

Misteriosa sparatoria, alle 4 del mattino, sulle sponde del Liscia nel territorio di Luras

Pescava in riva al lago, ferito da un pallettone

LURAS. Misterioso ferimento, poco dopo le quattro del mattino di ieri, di un rumeno di 34 anni, colpito ad un gluteo da un pallettone. L’uomo, dopo il ferimento, si è presentato al pronto soccorso di Olbia per essere curato, e i sanitari hanno segnalato il caso ai carabinieri. Le indagini sono state avviate e il rumeno, che non corre pericolo di vita, è stato interrogato dai militari.

La versione fornita dall’uomo non ha convinto gli investigatori, i carabinieri del gruppo di Olbia e i colleghi della compagnia di Tempio, che stanno vagliando le dichiarazioni del rumeno – residente da tempo in Gallura -, il quale sostiene d’essere stato colpito alle parti basse mentre era intento a pescare, in piena notte, sulla sponda dell’invaso del Liscia. I militari hanno effettuato un soppralluogo nella zona indicata dal ferito ma non sono state riscontrate tracce di spari di alcun genere. Il sospetto che l’uomo fosse intento, con alcuni suoi compari, ad effettuare una battuta di caccia di frodo al cinghiale è una delle tante ipotesi che vengono prese in considerazione degli investigatori.

Del caso è stata informata la procura della Repubblica, che sul ferimento ha aperto un fascicolo processuale contro ignoti.

Il rumeno (le cui generalità, al momento, non sono state rese note dai carabinieri) dopo le cure e l’estrazione del pallettone è stato tenuto in osservazione nel reparto di chirurgia del Giovanni Paolo II di Olbia.

Sursa http://lanuovasardegna.gelocal.it